il conto energia termico in breve

È un incentivo concesso ai privati e a Enti Pubblici che effettuano interventi di efficientamento energetico quali:

  • Installazione impianti di riscaldamento a biomassa
  • Installazione impianti solari termici.
  • Isolamento termico degli edifici.
  • Sostituzione di serramenti tradizionali con serramenti a ampia efficienza energetica

Settori di applicazione del conto energia termico e opportunità correlate

Il contributo del CET abbraccia diversi campi di applicazioni, risulta però particolarmente interessante nel campo delle caldaie a biomassa.
Questo incentivo viene concesso a privati ed enti pubblici che sostituiscono il proprio generatore a gasolio o a biomassa con una nuova caldaia a biomassa (pellet/cippato/legna).

In alcuni casi è possibile accedere al contributo anche alla prima installazione. Il contributo che viene erogato è il prodotto dei seguenti fattori:

  • Potenza caldaia “Kw”
  • Ore funzionamento impianto di riscaldamento “h” (a seconda della fascia climatica di appartenenza).
  • Incentivo “Euro/Kw” (in relazione alla potenza sotto le 35 kW e sopra le 35 kW)
  • Coefficiente Premiante 1 / 1.2 /1.5 (in corrispondenza delle emissioni del modello di caldaia)
  • Numero di anni 2 o 5 (sotto le 35 kW e sopra le 35 kW)

NB: Il contributo viene limitato ad un tetto massimo del 65% dell’investimento totale

Sostituzione caldaia a gasolio con caldaia a cippato da 200 kW in zona F.
Incentivo = 200 kW x 1800 h x 0.020 Euro/Kwh x 1.5 x 5 Anni = 54.000 Euro in 5 rate annuali